Categoria
Dibattito

Nel 2022 studenti e studentesse del Politecnico di Torino hanno af­frontato per la prima volta le lezioni di un corso interdisciplinare unico nel panorama dell'insegnamento universitario, che ha visto tecnici e umanisti uniti nel cercare di fornire ai giovani chiavi di lettura per leg­gere la complessità del presente e affrontare con più consapevolezza le grandi sfide che il futuro pone di fronte all'umanità. Che esperienza è stata? Quali sono le prospettive di questo progetto così ambizioso?

Ospiti

Isabella Consolati

Ricercatrice in storia del pensiero politico presso il Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio del Politecnico di Torino. Ha lavorato per le Università di Bologna, Pavia, Innsbruck e Francoforte. I suoi interessi di ricerca riguardano la storia dei concetti spaziali nell'ambito della formazione della geografia come scienza moderna, il rapporto tra spazio e storia nel pensiero politico, la storia dei concetti con particolare attenzione all’ambito tedesco; la teoria marxiana della storia e dello spazio globale.

Sebastiano Foti
Sebastiano Foti

Docente di Geotecnica al Politecnico di Torino, nasce a Catania nel 1971.

Consegue la Laurea in Ingegneria Civile presso il Politecnico di Torino nel 1996 e  e il Dottorato di Ricerca in Ingegneria Geotecnica presso il Politecnico di Torino nel 2000.

Alvise Mattozzi

Sociologo della scienza e della tecnologia, è da poco più di un anno ricercatore presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Ambiente, del Territorio e delle Infrastrutture del Politecnico di Torino, dove insegna Studi Sociali della Scienza e della Tecnologia e Mobilità Sostenibile. Quest’ultimo è un corso offerto all’interno del progetto Grandi Sfide. È membro di TheSeUs, Centro studi su Tecnologia, Società e Umanità sempre del Politecnico di Torino.