Categoria
Lezione

È ancora diffusa presso il grande pubblico un'interpretazione del fa­scismo in chiave irrazionalista e an­timodernista. In occasione dell'anniversario della marcia  su  Roma del 1922, lo storico Francesco Cas­sata propone una lettura critica al­ternativa, focalizzando l'attenzione sul profondo nesso tra fascismo, scienza e tecnologia sia  in  termini di immaginario culturale sia nella realtà politico-economica del ven­tennio interbellico.


RIVEDI L'INCONTRO

Ospiti

Francesco Cassata

È docente di Storia contemporanea presso l’Università degli Studi di Genova. È fondatore e direttore di CENTRA – Centre for the History of Racism and Anti-racism in Modern Italy. È editor-in-chief della rivista “Annals of the Fondazione Luigi Einaudi”. Tra le sue pubblicazioni più recenti: "Fantascienza? Settima Lezione Primo Levi" (Einaudi, 2016); "Eugenetica senza tabù. Usi e abusi di un concetto" (Einaudi, 2015); "L’Italia intelligente.

Introduce

Cesare Martinetti
Cesare Martinetti

Giornalista torinese, già cronista alla Gazzetta del Popolo dal 1976, poi a La Repubblica dal 1986, oggi è editorialista de La Stampa, di cui è stato Vice Direttore, responsabile per le pagine culturali, inviato, corrispondente da Mosca, Bruxelles e Parigi.

Dal 2015 al 2019 ha diretto il settimanale Origami. Ha scritto nel 1995 Il padrino di Mosca,  reportage-inchiesta sulla mafia russa, e nel 2007 L’autunno francese, un viaggio-inchiesta in Francia durante il duello tra Nicolas Sarkozy e Ségolène Royal alle elezioni presidenziali.