Categoria
Dibattito

A partire dalla riflessione femmi­nista, l'incontro vuole esaminare alcuni aspetti dell'ingegneria della cura, ovvero quell'ambito ingegne­ristico orientato alla progettazione e alla realizzazione di nuove tecno­logie per la salute. Fornendo alcuni esempi, le ospiti discuteranno su come diffondere una narrativa po­sitiva sull'ingegneria della cura e integrare le capacità empatiche con quelle tecniche.


RIVEDI L'INCONTRO

Ospiti

Gabriella Balestra
Gabriella Balestra

Laureata in Informatica presso l’università degli studi di Torino, ha conseguito il dottorato in Ingegneria informatica e dei sistemi presso il Politecnico di Torino dove attualmente è docente.
I suoi principali interessi di ricerca sono focalizzati sull’informatica biomedica (software medicali, modellizzazione e analisi di processi clinici, IA/machine learning applicata all’analisi e all’interpretazione di dati, segnali e immagini in
ambito biomedico).
E’ attiva nell’ambito del trasferimento tecnologico.

Vera Tripodi

Ha conseguito il dottorato di ricerca in Logica ed Epistemologia presso la Sapienza Università di Roma. Prima di assumere l'incarico al Politecnico, ha lavorato come ricercatrice di tipo A (Rtd-A) presso il Dipartimento di Filosofia dell'Università degli Studi di Milano "La Statale".

In precedenza, ha svolto la sua attività di ricerca come post-doc presso l'Università di Torino, l'Università di Barcellona, l'Università di Oslo e la Columbia University (New York).

Modera

Luca Falzea

È laureato in Politiche e Servizi Sociali presso l’Università degli Studi di Torino. Attualmente è PhD candidate in Sociology and Methodology of Social Research presso l’Università di Milano e l’Università degli Studi di Torino e assegnista di ricerca presso il Politecnico di Torino, dove collabora col gruppo di ricerca sul genere dell’ateneo. Per la tesi magistrale ha partecipato come ricercatore al progetto InFact Changing Families, Changing Institutions?