Cristiano Antonelli

 

Scarica la puntata

La crisi pandemica ha procurato alla nostra società quello che gli economisti chiamano “un forte shock esogeno”. L’analisi dei suoi effetti è allo stesso tempo del tutto prematura eppure indispensabile per guidare l’azione degli agenti per risolverla. Si tratta infatti di uno shock esogeno che tuttavia alimenta effetti endogeni che dipendono dagli specifici meccanismi di reazione e dalla struttura dei sistemi in cui si producono. Lo shock pandemico agisce sia dal lato della domanda che dal lato dell’offerta. I loro meccanismi tuttavia differiscono sensibilmente. In alcuni casi lo shock ha colpito direttamente l’offerta e di conseguenza la domanda: il turismo e i concerti ne sono esempi evidenti. In altri casi l’effetto dello shock si è manifestato direttamente sulla domanda, il cui calo scaturisce dalle aspettative negative e incide sull’offerta, a sua volta costretta a ridurre il volume di produzione. In entrambi i casi i fattori produttivi sono utilizzati ben al di sotto delle loro capacità: disoccupazione, fallimenti aziendali e indebitamento ne sono le conseguenze. Questo sommario inquadramento teorico consente di mettere a fuoco alcuni elementi molto preoccupanti: la caduta del PIL e le sue ricadute caratterizzate da forti diseguaglianze con la creazione di nuovi dualismi sociali, e in prospettiva forti danni al comparto bancario.

cristianoantonelli
CRISTIANO ANTONELLI

Laureatosi in Scienze Politiche all'Università degli Studi di Torino, ha lavorato nella Direzione Scienza Tecnologia e Industria dell'OCSE.

È stato Rockefeller fellow al Massachusetts Institute of Technology, per poi iniziare la carriera universitaria insegnando nelle Università di Sassari e della Calabria, al Politecnico di Milano, nelle Università di Manchester, Nizza, Lione, Aix-en-Provence, Parigi XIII e Parigi XII.

Attualmente è professore ordinario di Politica Economica nel Dipartimento di Economia e Statistica Cognetti de Martiis dell'Università degli Studi di Torino, fellow del Collegio Carlo Alberto e direttore della rivista Economics of Innovation and New Technology.


Per approfondire

Tabelle empiriche: grafici e statistiche (a cura del dott. Guido Pialli)