Categoria
Dialogo
A cura di
Slow Food

L’agricoltura occidentale degli ultimi settant’anni è un settore produttivo tra i più voraci. Il bisogno di porzioni sempre più ampie di terre coltivabili, lavorate grazie a una meccanizzazione sempre più spinta e nutrite da molecole sempre più raffinate, ha prodotto in molti paesi un esaurimento ormai conclamato della fertilità del suolo. Chi fa agricoltura si interroga su come ritrovare la loro vitalità perduta. Può la tecnologia offrire soluzioni e guidare la transizione verso un’agricoltura più pulita?

 

È disponibile la registrazione integrale dell'incontro

Ospiti

Giuseppe Scellato

Professore al Politecnico di Torino, dove insegna Economia Aziendale ed Economia e Management dell’Innovazione.

Francesco Sottile

Agronomo e docente di Coltivazioni arboree e Biodiversità e qualità del Sistema Agroalimentare presso l’Università di Palermo.

Modera

Antonio Puzzi

Antropologo dell’alimentazione MedEatResearch Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, Giornalista