Categoria
Dibattito

L'edilizia universitaria italiana non brilla per la qualità. Procedure, norme, processi decisionali lenti determinano spazi che non possono essere definiti innovativi. Il processo del Masterplan del Politecnico di Torino tenta una via nuova, che spazializzando strategie e politiche, consente un nuovo approccio a una questione centrale nella società della conoscenza. L'incontro consentirà di vedere le tante progettualità che oggi l'Ateneo persegue sul territorio dell'area metropolitana torinese, prefigurando processi di riattivazione e rigenerazione di ampie aree urbane.

 

È disponibile la registrazione integrale dell'incontro

Ospiti

Carlo Deregibus

Nato a Torino, consegue la laurea specialistica in Architettura / Costruzione al Politecnico di Torino nel 2007, col massimo dei voti, lode e menzione, progettando un padiglione temporaneo sperimentale. Nel 2011 consegue il dottorato di ricerca in Architettura e progettazione edilizia, con una tesi sulla relazione costitutiva tra l’etica e il progettare. Dal 2015 è professore a contratto presso il Politecnico di Torino, dove dal 2019 coordina il lavoro del Masterplan Team, il gruppo permanente di progettazione strategica dell’Ateneo.

Antonio De Rossi

Architetto e docente universitario. 

È professore ordinario in progettazione architettonica e urbana e direttore del centro di ricerca “Istituto di Architettura Montana” (IAM) presso il Dipartimento di Architettura e Design (DAD) del Politecnico di Torino, lavorando sui temi dell’architettura e del paesaggio alpino e delle trasformazioni della città e del territorio contemporanei.

Luca Settineri

Docente di Tecnologie e sistemi di lavorazione al Politecnico di Torino, dove è Vice Rettore per la Pianificazione.

Guido Saracco

Dal 2018 è Rettore del Politecnico di Torino.

Si è laureato in Ingegneria Chimica presso lo stesso Politecnico nel 1989, diventando Dottore di Ricerca in Ingegneria Chimica nel 1994, dopo circa un anno di attività presso l’Università di Twente in Olanda. Già ricercatore e professore associato di Impianti Chimici, dal 2003 al 2010 è stato ordinario di Chimica In­dustriale e Tecnologica, per poi tra­sferirsi dal 2011 nel settore dei Fondamenti Chimici delle Tecnologie, sempre al Politecnico di Torino.

Modera