Categoria
Dibattito

Le infrastrutture sociali come bi­blioteche, scuole, ospedali,  parchi pubblici e servizi collettivi collega­no le persone ai luoghi dando loro la possibilità di esercitare i diritti di cittadinanza. Esse sono dispositivi rituali creatori di significato, attra­verso i quali le persone costruisco­no i repertori simbolici della loro identità collettiva. Questa duplice accezione comporta importanti conseguenze per la pianificazione territoriale.


RIVEDI L'INCONTRO

Ospiti

Filippo Barbera

Docente ordinario di sociologia economica e del lavoro presso il Dipartimento CPS dell’Università di Torino e fellow presso il Collegio Carlo Alberto. Si occupa di innovazione sociale, economia fondamentale e sviluppo delle aree marginali.

Antonio De Rossi

Architetto e PhD, è docente di Progettazione architettonica e urbana e direttore dell’Istituto di Architettura montana e della rivista internazionale "ArchAlp" presso il Politecnico di Torino. Tra il 2005 e il 2014 è stato vicedirettore dell’Urban Center Metropolitano di Torino. Ha al proprio attivo diverse realizzazioni architettoniche e progetti di rigenerazione in territorio alpino, con cui ha ottenuto premi e riconoscimenti.

Walter Franco

Docente di Meccanica Applicata alle Macchine presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale del Politecnico di Torino dove insegna Tecnologie per lo Sviluppo Sostenibile, Ingegneria Umanitaria e Meccanica per il Design.
Si occupa di tecnologie appropriate, in particolare di dispositivi e macchine intermedie per comunità marginali o in transizione socio-ecologica, e di storia delle macchine e dei meccanismi.

Modera

adriana riccomagno
Adriana Riccomagno

Giornalista professionista, scrive su La Stampa e Policy and Procurement in HealthCare.