Sessioni

La quadratura del cerchio: come integrare economia circolare e innovazione

Come possono convivere innovazione e sostenibilità con gli obiettivi delle imprese? Profitto e responsabilità sociale sono realmente coniugabili? La circolarità coinvolge tutti gli aspetti del sociale: dall’educazione alla politica, passando per l’ambito della ricerca. Con l’aiuto del digitale, il dialogo continuo tra mondo accademico e imprenditoriale mostra la via per un futuro sostenibile sia per l’ambiente che per i capitali.

 

È disponibile la registrazione integrale dell'incontro

Un nuovo modo di progettare spazi per l'Università? L'esperienza del Masterplan del Politecnico di Torino

L'edilizia universitaria italiana non brilla per la qualità. Procedure, norme, processi decisionali lenti determinano spazi che non possono essere definiti innovativi. Il processo del Masterplan del Politecnico di Torino tenta una via nuova, che spazializzando strategie e politiche, consente un nuovo approccio a una questione centrale nella società della conoscenza. L'incontro consentirà di vedere le tante progettualità che oggi l'Ateneo persegue sul territorio dell'area metropolitana torinese, prefigurando processi di riattivazione e rigenerazione di ampie aree urbane.

Cambiare il clima

Monitoraggio dei ghiacciai alpini, spedizioni in grotta, studio delle performance atletiche dei pesci, laboratori viaggianti, simulatori di pioggia, superfici verdi: uno spettacolo-conferenza alla scoperta di come la ricerca scientifica e l’ingegneria contribuiscono ad affrontare le sfide del cambiamento climatico, partendo dall’esperienza del progetto cambiamenti_climatici@polito.

 

Convention Alumni - Spazi di futuro: immaginarli, viverli, condividerli

Uno sguardo ai nuovi modi di vivere lo spazio che ci circonda, in tutte le sue declinazioni. Come far convivere progresso e sostenibilità? Quali sfide si profilano all’orizzonte per la mobilità urbana e l’abitare? La Convention Annuale degli Alumni PoliTO ospiterà gli Ex Allievi Benedetto Camerana (Architetto e Presidente MAUTO), Carlo Giordano (Fondatore e CEO Immobiliare.it) e Annalisa Stupenengo (Fiat Powertrain Technologies Brand President), che condivideranno i loro punti di vista con tutta la comunità. Seguirà l’intervista dell’Ing.

Note in volo sulla rete

Il concerto, realizzato in collaborazione con l’Università di Stanford, l’Università di Monaco di Baviera e il Conservatorio di Torino, prevede l’esibizione in tempo reale di cantanti e musicisti da tre diverse località geografiche, utilizzando un software di streaming audio a bassa latenza realizzato dall’Università di Stanford.

Programma:

Concerto Inaugurale

PROGRAMMA DI SALA

  • Francis Poulenc (1899-1963) Sonata per clarinetto e pianoforte
    • Allegro tristamente
    • Romanza
    • Allegro con fuoco
  • Maurice Ravel (1875-1937) Tzigane, rapsodia da concerto per violino e pianoforte
  • Egberto Gismonti (1947) Karate, per clarinetto e pianoforte
  • George Gershwin (1898-1937) Tre Preludi per pianoforte
    • Allegro ben ritmato e deciso
    • Andante con

Thinking Blue

La tecnologia è al servizio dell’umanità e della natura: dobbiamo assicurarci che l’innovazione contribuisca al bene comune, rispondendo ai nostri bisogni. Tuttavia la tecnologia è stata a lungo strumento per incrementare efficienza, produttività, celerità e massa; raramente ha contribuito alla sicurezza di tutti. Per il fondatore della Blue Economy dobbiamo pensare un ambiente in cui scienza, economia, tecnologia e sostenibilità puntino ad un impegno condiviso in direzione della resilienza.

 

Verso nuovi mondi

In tutti questi anni di strada ne abbiamo fatta parecchia: siamo stati sulla Luna, abbiamo costruito Stazioni Spaziali abitabili, abbiamo esplorato il sistema solare e ci siamo spinti oltre i suoi confini, e oggi ci troviamo agli albori di una nuova epoca d'oro per l'esplorazione spaziale: un'epoca in cui lo spazio, ambiente così ostile e pericoloso, diventerà sempre più accessibile a tutti e sarà fonte importantissima di risorse e materiali preziosi, utili per l'umanità della vecchia Terra, sovrasfruttata in quest'era dell'Antropocene.

 

Arte, scienza e tecnologia per lo sviluppo delle città: l’esperienza del progetto STARTS in Europa

STARTS è un'iniziativa della Commissione Europea nata nel 2015 grazie al contributo di Ralph Dum per promuovere la collaborazione tra artisti, scienziati, ingegneri e ricercatori per sviluppare tecnologie più creative, inclusive e sostenibili. Nell'ambito del progetto, Nesta Italia promuoverà una serie di iniziative sul territorio Piemontese, tra cui “City of the future”, una call aperta ad artisti, collettivi e creativi, italiani ed europei, supportata da Fondazione Compagnia di San Paolo.