45.062982954725, 7.6615513286972

Sessioni

Plasticene, un secolo di plastica

Benvenuti nel secolo della plastica! Onnipresente nelle nostre vite, la plastica ha invaso i mari e le mon­tagne, finendo poi nel cibo che con­sumiamo. Facciamo il punto sugli effetti della presenza della plastica, sull'emergenza climatica e sulle strategie che cittadini e decisori politici possono adottare per fron­teggiare la crisi attuale e ripensare azioni concrete per mitigarne gli effetti.


RIVEDI L'INCONTRO

Ripensare i dispositivi nell'epoca dell'Antropocene

Il pensiero moderno ha spesso ac­cusato i dispositivi tecnici di sotto­mettere l'uomo alla loro logica. La recente riflessione, da Simondon a Latour, ha invece sottolineato l'in­treccio tra l'evoluzione umana e quella sociale e tecnologica. L'in­treccio appare cruciale in un'epoca come la nostra, caratterizzata da una stretta convergenza di natu­ra e tecnica, e da un ambiente che richiede forme avanzate di tec­no-sensibilità.

 

Oltre le armi: le nuove frontiere della guerra

Il conflitto in Ucraina ha riportato al centro del dibattito pubblico il tema delle nuove "armi" con cui le gran­di potenze conducono campagne di conquista e influenza sullo scacchie­re geopolitico. Attacchi informatici, inquinamento dell'informazione, cy­ber-spionaggio, hacking di Stato: in mano a un esercito di mercenari del web, silenziose e invisibili, possono fare vittime e spostare gli equilibri nei rapporti di forza tra Paesi.


RIVEDI L'INCONTRO

Moneta e tecnologia

Nel 2008 viene lanciata la prima criptomoneta - Bitcoin - basata su una tecnologia innovativa, la blockchain. Oggi le criptomonete si contano a migliaia e la loro capita­lizzazione ha toccato i tremila miliardi, per scendere poi a mille. Nel frattempo molte economie proce­dono verso Monete Digitali di Banca Centrale, pubbliche e non private. Economia e tecnologia, decentra­mento e centralizzazione: ecco gli assi lungo i quali situare un feno­meno di cui è bene discutere.

Mobilità sostenibile. Viaggiando veloci verso il futuro

Le aziende di trasporto di merci e persone - sia chi produce veico­li che viaggiano su strada, sia chi realizza mezzi che si spostano su rotaia o nei nostri cieli - stanno af­frontando da tempo una grande sfi­da: azzerare l'impatto ambientale dei trasporti. Un obiettivo sfidante per un settore in trasformazione, ma imprescindibile: per il Pianeta di oggi e per i suoi abitanti di do­ mani. Quali sono le tecnologie che permetteranno di vincere questa partita? E come stanno cambiando il nostro modo di muoverci?

 

Presente e futuro dell'energia - parte 1

Era dagli shock petroliferi di 50 anni fa che non si parlava così tanto e con così tanta enfasi di energia, al pun­to di avere la sensazione di essere di fronte a un complicato punto di svolta dove le questioni ambientali si intersecano con poderose scosse geopolitiche. Come ci scalderemo, come produrremo, come ci muover­emo nei prossimi mesi e anni? Quali sono i pro e i contro delle opzioni sul tavolo? È urgente articolare risposte il più possibile basate sui fatti. Primo di una serie di tre incontri.

Dal Big Bang all'Intelligenza Artificiale

L'.intelligenza artificiale sta cam­biando lo studio dell'universo, aiu­tando gli scienziati a dare un senso all'enorme mole di dati da  telesco­pi a terra e nello Spazio. Sorpren­dentemente, le tecniche sviluppate per capire il cosmo possono  avere un  impatto anche  nella vita  di  tutti i giorni, con ricadute etiche spesso trascurate. Una discussione a ca­vallo fra scienza dei dati, cosmolo­gia e filosofia.


RIVEDI L'INCONTRO

Musei e Biblioteche per la città del futuro

Esistono luoghi, in una città, che conservano le tracce del  passato e rappresentano allo stesso tem­po una risorsa  imprescindibile per il futuro. Luoghi come il  Museo e la Biblioteca: spazi pubblici aperti alle persone che producono sape­re, promuovono il libero pensiero, educano i cittadini, sperimentano nuove forme di cultura. Presidi di democrazia, al servizio di tutti, a cui affidare un ruolo cruciale nel ripensare il nostro modo di stare insieme.