45.062539634818, 7.6612723789597

Sessioni

Una sanità rinnovata, tra continuità e discontinuità

La pandemia ci ha reso consapevoli delle scelte che da decenni indebo­liscono la sanità pubblica. Sapremo cogliere l'occasione del PNRR per un nuovo inizio? Sapremo ricono­scere il ruolo del capitale umano, dell'innovazione tecnologica e del patrimonio strutturale per  rinnova­re il sistema di tutela della salute? Una breve analisi dei cambiamenti che tutti auspicano, ma che potreb­bero essere realizzati solo in parte.


RIVEDI L'INCONTRO

L'economia fondamentale e la riduzione delle disuguaglianze

L'economia fondamentale è il com­plesso di attività economiche da cui dipende il benessere e la coesione di una società: sanità, istruzione, servizi socio-assistenziali; ma an­che distribuzione di acqua ed ener­gia, trasporti e telecomunicazio­ni. In questo perimetro, spesso ai margini dell'attenzione pubblica, si definiscono i diritti di cittadinanza e si producono (e riproducono) disu­guaglianze.


RIVEDI L'INCONTRO

Ricucire la società: tecnologie e policies per una sfida epocale

La riduzione delle crescenti disegua­glianze sociali passa per un'alleanza stretta tra un nuovo umanesimo (eti­ca), nuove scienze sociali (policy) e tecnologie (soluzioni pratiche) rivolte alla generazione e all'erogazione dei beni di cui chiunque necessita per una vita dignitosa e appagante. Visto che le tecnologie sono un prodotto umano, non c'è bisogno di "umaniz­zare" la tecnologia, ma di adoperar­ne le sue crescenti potenzialità per far crescere la giustizia e la speranza sociale e ribaltarne l'immagine tec­nocratica e elitista.

 

I dilemmi della giustizia predittiva

La possibilità di costruire sistemi di "giustizia predittiva" o supporto alle decisioni giudiziarie apre scenari sia per gli sviluppatori di Intelligen­za Artificiale che per i professionisti del campo giuridico. Verranno di­scusse diverse questioni, dai "bias" nei dati alla corretta modellizzazio­ne del processo decisionale, di pri­maria importanza per la costruzio­ne di sistemi IA meritevoli di fiducia.


RIVEDI L'INCONTRO

Il destino dell'Occidente

L'Occidente è protagonista di una trasformazione senza precedenti, che riempie il nostro presente: la nascita della prima civiltà planeta­ria della storia. È un evento gran­dioso, determinato in larga parte del dominio mondiale della tecnica e del capitale, ma anche pieno di contraddizioni. Nella profondità del tempo che ci aspetta ci sono insie­me figure di apocalisse e possibilità di costruzione di un nuovo straordi­nario umano.


RIVEDI L'INCONTRO

L'informazione in tempo di guerra

La guerra cambia le priorità. Cam­bia anche il rapporto tra democra­zia e sistema dell'informazione? Anche nelle democrazie la qualità dell'informazione può essere sot­tomessa alle logiche della guerra? Oppure questa è una delle differen­ze che permangono rispetto alle autocrazie?


RIVEDI L'INCONTRO

Lo spillo e l'elefante. Un reading filosofico su tecnologia, umanità e speranza - parte 2 "Riprendersi le macchine. Storie di riscatto tra Italia e Francia"

La fabbrica non è soltanto luogo di compromessi, sofferenze e scon­fitte di chi lavora: capita anche di ottenere la più improbabile delle vittorie. Le lotte che hanno sconfit­to delocalizzazioni evitabili di mul­tinazionali importanti - tra cui Unilever e McDonald's - riprendendo il controllo sulla qualità e il senso del lavoro, dimostrano che la fabbrica oggi può ospitare una nuova forma di speranza sociale.

Lo spillo e l'elefante. Un reading filosofico su tecnologia, umanità e speranza - parte 1 "Alle prese con le macchine. Il pensiero alla catena da Adam Smith ai rider"

Gli uomini producono macchine che, a loro volta, producono uomini. Dalle manifatture della prima rivoluzione industriale agli algoritmi del food delivery, il lavoro continua a essere terreno di scontro creativo tra tecno­ logia e umanità. Durante il reading verranno presentati brani di grandi filosofi, rivoluzionari disincantati e lavoratori e lavoratrici che hanno sperimentato sulla propria pelle gli effetti delle macchine sulla capacità di pensare, sperare e ribellarsi.

Sfide e opportunità del piano scuola 4.0

Il PNRR rende disponibili ingenti ri­sorse per rinnovare gli ambienti e gli strumenti nelle scuole, ma non attiva automaticamente un proces­so di reale innovazione didattica, né un'evoluzione degli spazi di appren­dimento. Anzi, l'abbondanza di ri­sorse, i tempi stringenti e gli adem­pimenti amministrativi rischiano di ostacolare l'impiego efficace dei fondi. Come possono istituzioni, scuole e territori attrezzarsi per non perdere una così importante occasione di cambiamento?


RIVEDI L'INCONTRO

Ventilazione: che cosa abbiamo imparato dopo il Covid-19

L'.emergenza pandemica Covid-19 ha riacceso l'interesse, non solo ai tavoli tecnici, sul tema della venti­ lazione e della qualità dell'aria ne­ gli ambienti occupati. Passando dal comfort delle persone all'attenzio­ne per la salute, questo mutamento di paradigma ha portato una forte spinta per l'innovazione tecnologi­ca nel settore, sempre sostenuta dall'analisi costi-benefici.


RIVEDI L'INCONTRO