Il patrimonio culturale è una risorsa fondamentale e non ancora del tutto utilizzata per il benessere individuale e collettivo. Può aiutare a ridurre le disuguaglianze sociali e rafforzare la coesione sociale favorendo lo sviluppo sostenibile delle comunità. Lo sviluppo di tecnologie digitali collaborative (comapping, data visualization, digital storytelling) favorisce una nuova comprensione dello spazio urbano che può innescare nuova consapevolezza sul patrimonio culturale facendo emergere questioni e temi sociali rilevanti (dalle differenze di genere alle diseguaglianze di salute). I giovani partecipanti saranno coinvolti nell’apprendimento e utilizzo di un kit di metodologie e strumenti digitali partecipativi e collaborativi utili a esplorare il patrimonio urbano come risorsa per affrontare le sfide sociali contemporanee. 

A cura di: Giulia Mezzalama, Mesut Dinler (Dipartimento Interateneo di Scienze Progetto e Politiche del Territorio)

Per iscriversi visitare la piattaforma a questo link