Salone d'Onore - Castello del Valentino - Viale Mattioli 39, Torino
Angelo Maria Petroni, Juan Carlos De Martin e Carlo Olmo

Il concetto di progresso scientifico è uno dei temi più importanti e ricorrenti della filosofia della scienza. La conferenza cercherà di dare un'attualizzazione a questo concetto, alla luce dei progressi della ricerca scientifica e dell’affermarsi dei nuovi strumenti dell’Intelligenza Artificiale.

Conferenza organizzata in collaborazione con il Centro Linceo Interdisciplinare "Beniamino Segre"

Per partecipare all’evento in presenza:

L'incontro si potrà seguire in streaming sulla piattaforma Zoom. Il link sarà disponibile su questa pagina il giorno dell'incontro.

Scarica la locandina
Petroni

L'ospite

ANGELO MARIA PETRONI

Professore ordinario di Logica e Filosofia della Scienza alla Sapienza Università di Roma, dove insegna anche Scienza dell’Amministrazione. Ha tenuto la stessa cattedra per molti anni all’Università di Bologna.

È stato professore alla Sorbona, alla Bocconi ed è stato visiting professor in diverse università estere. Dal 2007 è Segretario Generale di Aspen Institute Italia. È socio effettivo dell’Accademia delle Scienze dell’Istituto di Bologna e accademico corrispondente della Real Academia de Ciencias Morales y Politicas dell’Instituto de Espana. È membro della Mont Pèlerin Society dal 1988.

Dal 2001 al 2006 è stato Direttore della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, Presidenza del Consiglio dei Ministri. Dal 1989 al 2004 è stato Direttore della rivista “Biblioteca della libertà”. Dal 2003 al 2012 è stato membro del consiglio di amministrazione della RAI.

I suoi scritti vertono sulla storia e la logica della scoperta scientifica, sulla metodologia delle scienze sociali, la scienza dell’amministrazione e il liberalismo contemporaneo.

CARLO OLMO
CARLO OLMO

Professore emerito di Storia dell’Architettura al Politecnico di Torino, dove è stato Preside della Facoltà di Architettura.

Laureato in Filosofia e in Lettere Moderne a Torino tra il 1968 e il 1969, ha insegnato all’École des Hautes Études en Sciences Sociales di Parigi, al MIT di Boston e in numerose altre università straniere.

Curatore di mostre, studioso multidisciplinare, membro dei comitati di redazione di numerose case editrici e riviste nazionali ed internazionali, è stato direttore dello Urban Center Metropolitano di Torino dalla sua fondazione fino al 2014 e consigliere del Sindaco di Torino per la qualità architettonica ed urbana dal 2002 al 2006.

Autore di oltre 500 pubblicazioni, recentemente ha scritto: Progetto e racconto. L'architettura e le sue storie (2020), Città e democrazia. Per una critica delle parole e delle cose (2018), Urbanistica e società civile (2018), oltre ad Architettura e storia. Paradigmi della discontinuità (2013) e Architettura e Novecento. Diritti, conflitti, valori (2010).

JCDM
JUAN CARLOS DE MARTIN

Professore ordinario di ingegneria informatica al Politecnico di Torino e Delegato del Rettore alla cultura e alla comunicazione. È titolare del corso "Tecnologie digitali e società" e co-dirige, con Marco Ricolfi (Università di Torino), il Centro Nexa su Internet e Società. Dal 2011 è associato al Berkman Klein Center della Harvard University.

De Martin è autore del libro Università futura – tra democrazia e bit e ha curato, insieme a Dulong de Rosnay, il libro The Digital Public Domain: Foundations for an Open Culture.

Juan Carlos De Martin è membro del consiglio scientifico dell’Enciclopedia Treccani e del comitato d'indirizzo di Biennale Democrazia. Dal 2014 al 2018 è stato membro della Commissione per i diritti e i doveri in internet istituita dalla Presidente della Camera dei Deputati. Il prof. De Martin è membro dell'IEEE - Institute of Electrical and Electronic Engineers ed è autore di oltre 120 articoli scientifici, capitoli di libri e brevetti internazionali.

De Martin è stato - insieme a Luca De Biase - il curatore scientifico del Festival della Tecnologia del 2019 e della prima edizione di Biennale Tecnologia (2020).